Basket, Eurolega: Milano l’Efes 81-80 Decide James all’ultimo secondo


I fuoriclasse sono cos. Possono giocare una delle peggiori gare della loro carriera, sbagliare 16 dei primi 19 tiri, ma poi basta un lampo di magia per illuminare la scena. Come contro il Khimki, Mike James firma la giocata decisiva e piega l’Efes 81-80 al termine di una sfida ricca di colpi di scena. L’approccio dell’Olimpia perfetto: i ribaltamenti del fronte offensivo seminano il panico nella difesa turca e sul palcoscenico sale Micov che firma 10 punti e 3 assist nei primi 12’. Sul 36-21 il serbo esce e dopo il timeout di Ataman, l’Efes rimette tutto in discussione nello spazio di 5’ con un parziale di 0-12 targato Micic.

L’intensit sul fronte biancorosso si riaccende grazie a Tarczewski e Jerrells scrive il +8 a fine 2 quarto (43-35). L’intervallo trasforma Moerman che diventa un incubo per la difesa milanese segnando 11 dei suoi 23 punti nel 3 quarto. L’Armani tiene la barra dritta e dopo aver sbagliato 16 delle prime 21 triple, riprende il largo con un tris di conclusioni dall’arco (68-54 al 30’). un fuoco di paglia perch Moerman propizia un altro parziale di 8-24 che determina il sorpasso turco (76-78). All’improvviso si desta James (15 punti) che a 1’’ dalla sirena piazza la tripla che manda in visibilio i 10 mila del Forum. Niente trionfalismi, ma nelle 2 precedenti stagioni le 7 squadre con 4 successi dopo 5 turni sono andate tutte ai playoff.

2 novembre 2018 (modifica il 2 novembre 2018 | 23:01)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *