Barella, da promessa ad uomo mercato: ci vorranno più di 50 milioni per portarlo via da Cagliari


Missione compiuta. O quasi. Il Cagliari praticamente in salvo, Nicol Barella l’ha condotto lontano dai rischi con l’esplosivit di un ventiduenne e la saggezza di un vecchio. Cos, adesso, il centrocampista pu davvero cominciare a guardarsi attorno, ad ascoltare le offerte, a pesare ogni soluzione per decidere il proprio futuro. Missione compiuta grazie alla vittoria contro il Chievo, una partita che formalmente hanno deciso Pisacane, Joao Pedro e Ionita ma che ha la sua azione emblematica, indimenticabile nell’irresistibile percussione di Barella utile a ispirare il raddoppio del Cagliari.

Uomo mercato

Una prestazione scintillante, quella del ragazzino maturo come un anziano, che si aggiunta al suo eccellente rendimento in nazionale, nobilitato dal gol che ha aperto le marcature contro la Finlandia. Per tutto questo oggi il giovane Nicol un uomo mercato: la sua valutazione cresce giorno dopo giorno. Barella lascer il Cagliari. Si ormai rassegnato a perderlo anche il suo ambizioso presidente, uno che ha sempre investito (lo far anche nello stadio) ma che non pu opporre sufficiente resistenza al corteggiamento dei grandi club. Lo ha candidamente ammesso Giulini in persona subito dopo la vittoria contro il Chievo: Sarebbe meraviglioso trattenere Barella a Cagliari, ma non so quanto sia realistico. Avete visto che partita ha giocato?. Una resa, destinata a essere lautamente pagata. L’apertura di un’asta: chi lo vuole davvero, vada oltre le chiacchiere – se ne sono gi fatte molte – e porti un’offerta concreta. Il Cagliari pronto ad ascoltare tutti e anche a cedere il suo calciatore migliore, del resto la crescita economica e professionale di Barella non pu essere frenata e i tempi di Gigi Riva, rossoblu a vita, sono finiti da qualche decennio. Barella ha giocato un’altra partita da campione, non a caso a lui guardano tanti club di grande spessore. Soprattutto in Italia, bench ormai la sua fama abbia oltrepassato i confini e anche le grandi societ straniere lo stiano prendendo in considerazione.

Pretendenti

Le pretendenti, per, al momento sono soprattutto due: l’Inter e il Napoli. I nerazzurri sono in vantaggio, per due motivi essenziali: il rapporto speciale che lega Giulini al club che stato del suo amico Moratti; una preferenza di massima accordata dal giocatore. Il Napoli per ha carte importanti da giocare, soprattutto se in estate porter a compimento la cessione di Allan. A quel punto l’offerta per Barella potrebbe raggiungere valori particolarmente elevati, superiori ai cinquanta milioni che Giulini ha stabilito come base d’asta; del resto lo stesso presidente del Cagliari ha rivelato come a gennaio, proprio quando il brasiliano stava per trasferirsi al Psg, De Laurentiis si era fatto avanti con decisione. C’ per da convincere Nicol, che non ha preclusioni verso nessuna squadra ma tifoso del Cagliari dai piedi all’anima. E da quelle parti – lo dice la storia – il Napoli non affatto amato.

30 marzo 2019 (modifica il 30 marzo 2019 | 10:40)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *