Barcellona, Messi gioca con l’Inter? «Sta bene, ma deve sentirsi sicuro»


Sala stampa di San Siro esaurita, come neppure dopo il derby. Il Barcellona fa il pienone (di giornalisti) anche alla vigilia della sfida Champions con l’Inter. La prima domanda per Ernesto Valverde è scontata, ma inevitabile: Messi o non Messi? L’allenatore catalano lascia aperta ogni ipotesi, mischia le carte, fa il misterioso: «Stiamo aspettando gli esiti degli ultimi controlli e vediamo come Leo si sentirà dopo l’allenamento di rifinitura. Sta bene, ma deve sentirsi sicuro e non farsi male. Devo parlare con lui prima di decidere: può giocare dall’inizio, può entrare a partita in corso o rimanere in panchina sino alla fine. Di sicuro non voglio correre rischi».

Un po’ di sana pretattica anche dai maestri del tiki-taka, Valverde, evidentemente, teme l’incrocio di mercoledì sera che vale tantissimo. «Sia per il Barcellona che per l’Inter è una partita importantissima. Noi siamo messi bene nel girone e vogliamo vincere per chiudere i conti, ma sappiamo che non sarà facile».

La quarta giornata è davvero cruciale per entrambe: l’Inter vuole tre punti per blindare la qualificazione, il Barca in caso di vittoria sarebbe sicuro del primo posto. Ma i catalani in Champions contro l’Inter non hanno mai espugnato San Siro. Forse per questo Valverde è prudente su tutto, anche su Messi che, salvo sorpresissime, andrà in panchina. La formazione dovrebbe essere quella dell’andata con Coutinho e l’ex Rafinha ai lati del Pistolero Suarez. Il tecnico spagnolo, nonostante la netta vittoria del Camp Nou, non vuole cali di tensione, come è successo nell’ultima gara con il Rayo Vallecano: «L’Inter mi piace: ha un progetto e lo segue. E’ una squadra che ha uno spirito vincente, attacca bene e si difende meglio. Me l’aspetto aggressiva, determinata a controllare il gioco. È in un momento di forma smagliante. Gabbia per Icardi? Cerchiamo di fermarlo rispettando il nostro stile di gioco. Staremo attenti a Mauro e anche a Nainggolan».

In campo anche Sergi Roberto, che dovrebbe fare il terzino destro. Anche lui parla di Messi: «Leo l’ho visto contento, aspetta il nulla osta per ripartire. Senza di lui abbiamo vinto lo stesso, ma siamo meno forti. L’obiettivo è prenderci tre punti e chiudere il discorso».

5 novembre 2018 (modifica il 5 novembre 2018 | 19:13)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *