Australia, calciatore ucciso a colpi di pistola in casa a Sydney 


Il calcio australiano in lutto per la morte del 25enne John Odisho della squadra di calcio dei Parramatta Melita Eagles, ucciso in casa sua a Sydney nella giornata di luned da due uomini armati di pistola, che sono poi stati immortalati dalle telecamere a circuito chiuso mentre scappavano dal sobborgo di Five Dock dopo la sparatoria. Tornato quest’anno nel club semi professionistico che milita nella New South Wales League (quarta serie australiana) Odisho era considerato una pedina chiave della squadra, come ha sottolineato il presidente, David Frendo, nel messaggio di cordoglio scritto sulla pagina Facebook del Parramatta e concluso con la frase Rest in Peace John – forever an Eagle. Stando a quanto riporta il Sun, durante lo scontro a fuoco nel suo appartamento, il giocatore ha riportato gravi ferite alla testa ed stato ricoverato in ospedale, dove per i medici hanno subito dato poche speranze alla famiglia che, infatti, il giorno successivo ha deciso di spegnere le macchine che lo tenevano in vita.

Anche un ferito

Nell’incidente rimasto ferito al braccio anche un parente 24enne di Odisho, mentre nelle prime ore di marted un terzo uomo si presentato in un ospedale della citt con una ferita allo stomaco e la sua storia adesso al vaglio degli investigatori, per capire se sia in qualche modo collegata alla morte del calciatore. Le indagini stanno andando avanti – si legge in una nota della polizia del New South Wales – e chiunque fosse presente nella zona della sparatoria o abbia informazioni al riguardo sollecitato a farsi avanti.

4 aprile 2019 (modifica il 4 aprile 2019 | 12:09)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *