Augusta Masters, Francesco Molinari in testa prima dell’ultimo giro


Nel Masters più folle di sempre, con 40 giocatori sotto il par dopo tre giri, comanda Francesco Molinari. Meno 13 per Chicco, autore di altre 18 buche capolavoro (66 colpi, 6 birdie e nessun bogey), con due colpi di vantaggio su Tiger Woods, il re ritrovato, e Tony Finau, l’americano con sangue figiano che ieri ha girato in 64, e tre su Brooks Koepka, vincitore di Us Open e Pga Championship lo scorso anno. È ancora lunga e difficile la strada, ma Chicco è lassù e sembra intenzionato a rimanerci fino alla fine, fino alla 72esima buca dell’Augusta National.

Giornata decisiva

Oggi si decide (diretta Sky 205 dalle 15), con partenze anticipate per evitare il diluvio annunciato da giorni. Molinari (che farà il giro insieme a Woods e Koepka) dopo il favoloso 2018 sta lavorando per fare ancora meglio: un anno fa ha vinto il suo primo major a Carnoustie, in Scozia, oggi gioca per la giacca verde del Masters, un torneo che lo aveva sempre respinto, nel quale non era mai andato oltre il 19esimo posto. Ma quello era un altro Molinari, un ottimo giocatore, non il fuoriclasse che ha scalato classifiche e tornei arrivando dove forse neppure lui aveva mai pensato di poter arrivare.

14 aprile 2019 (modifica il 14 aprile 2019 | 11:03)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *