Audi SQ2, ecco l’Urban Suv più cattivo –


Audi toglie finalmente ogni sfizio ai molti cacciatori di informazioni sull’Urban Suv più sportivo della sua storia. Dopo aver fatto intravedere SQ2 al Salone di Parigi in autunno, ora è il momento di dichiarare tutto, tranne il prezzo. La famiglia Q2 guadagna il suo leader naturale e la casa di Ingolstadt può dire di aver completato il suo percorso nel trasferire tra i centimetri di vetture più cittadine la maggior parte dei suoi cromosomi sportivi di alta gamma.

Il modello Q2 non aveva certo bisogno di essere rivitalizzato, ma casomai era Audi ad avere lo spunto per puntualizzare. Se i desideri di grinta oggi stanno tra gli Urban Suv, SQ2 si presenta con un maxi splitter all’anteriore che incornicia la griglia specifica, mentre sulle fiancate il logo quattro marca il fascione paracolpi. Altra firma sta nelle pinze in rosso dei dischi freno maggiorati 340 mm di diametro al’anteriore e 310 al posteriore, il tutto incassato in cerchi da 18 o 19 pollici. Spoiler extra large in coda, e poi diffusore in basso con quattro terminali di scarico.

All’interno, i sedili sportivi in pelle e Alcantara o nappa hanno inserti e cuciture in rosso, mentre gli elementi racing in acciaio lucidato come pedaliera e poggiapiedi vengono accostati ad un quadro strumenti interamente digitale con schermo Audi Virtual Cockpit e sistema MMI Navigation Plus.

Oltre la scena, comunque conta il motore, ovvero il quattro cilindri a benzina turbo 2.0 TFSI da 300 cv di potenza e soprattutto 400 Nm di coppia massima fra 2.000 e 5.200 giri. Un effetto catapulta già annunciato che fa dimenticare qualsiasi propulsore a gasolio, e che casomai viene amplificato dal cambio 7 marce S tronic. Rivisto nella logica, questo è chiaro, perché oltre al funzionamento a tutta spinta debutta anche un programma “Efficiency” che consente di disaccoppiare il motore dalla trasmissione in rilascio, migliorando i consumi. Che per altro sono sotto controllo, con 7 litri di carburante per 100 km a fronte di emissioni di CO2 pari a 159 ogni mille metri.

Audi SQ2 tocca i 250 km/h di velocità massima autolimitata e accelera da 0 a 100 orari in 4,8 secondi, ma soprattutto può contare su una trazione integrale capace di spostare la trazione tra gli assi in pochi millisecondi, compensando le perdite di aderenza o favorendo le ruote posteriori in ingresso di curva. Un comportamento dichiaratamente orientato alla guida dinamica, abbinato alle sospensioni sportive S con assetto ribassato di 20 mm e alla servoassistenza di sterzo nettamente più diretta.


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *