Arredamento, per comprare gli italiani chiedono in prestito 2.500 euro l’anno


Per comprare oggetti di arredamento sono sempre pi gli italiani che ricorrono al credito al consumo; nel 2018 hanno preso in prestito in media 2.536 euro l’anno (+4,3% sul 2017) per un totale di 1,8 miliardi di euro di finanziamenti erogati, anch’essi in aumento del 5,9%. Lo rivela l’Osservatorio Compass — societ di credito al consumo del gruppo Mediobanca — sul settore dell’arredamento pubblicato in occasione della settimana del design di Milano. Le spese per l’arredamento superano anche quelle nel settore dell’elettronica (pari a 1,2 miliardi) ma resta molto indietro rispetto al settore d’eccellenza del credito al consumo, l’auto, per la quale gli italiani l’anno scorso si sono indebitati per 16,8 miliardi di euro. Quello del credito al consumo anche una via per supportare il comparto dell’arredamento che vede una fortissima presenza di Made in Italy, commenta Luigi Pace, direttore centrale marketing di Compass, dalla prossima settimana in mostra al Salone del Mobile a Milano.

Il soggiorno risulta essere lo spazio per cui gli intervistati sono disposti a spendere maggiormente, preferito dal 38% degli intervistati. Circa la domotica invece, gli italiani guardano soprattutto alla sicurezza, posizionata al primo posto dal 38% degli intervistati e al risparmio energetico (30%). Intrattenimento connesso on line (9%) e dispositivi per la salute (11%) sono ultimi per importanza, sebbene i device domotici legati all’intrattenimento siano i pi diffusi. I giovani sono pi propensi all’utilizzo dei dispositivi smart (61%) rispetto al campione totale (48%). Eppure solo un quarto circa degli intervistati dichiara di sapere sfruttare a pieno tutte le potenzialit dello strumento, con un picco del 29% per gli under 30.

In generale positivo, sottolinea Compass, il trend generale del credito al consumo tramite convenzionati, che considerando tutti i settori arrivato ad erogare nel 2018 20,6 miliardi di euro, +17,3%. E sono tornati a ricorrere ai prestiti personali finalizzati i giovani under 30, per la prima volta dal 2013. Circa la situazione economica vissuta nel 2018 l 42% degli intervistati si dice soddisfatto, con gli under 30 (38%) che si mostrano leggermente meno appagati. Per quanto riguarda il 2019 le attese sono meno rosee, evidenza il report di Compass: soltanto il 31% si dice ottimista per il 2019 sulla situazione economica della propria famiglia. In ogni caso il 33% dei giovani vorrebbe rinnovare la propria casa con nuovi mobili; obiettivo piuttosto comune — commenta Compass — anche se superato di poco dalla voglia di fare un viaggio importante (34%). In generale gli italiani vorrebbero anche acquistare un’auto o una moto (29%), un nuovo smartphone o dei nuovi elettrodomestici (27%).


http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *