Apollon Limassol-Lazio 2-0, niente primato nel girone per Inzaghi


Una caduta clamorosa, inattesa e storica: la Lazio crolla contro l’Apollon Limassol e non era mai successo che una nostra squadra perdesse con una cipriota. Un disastro, insomma, bench senza gravi effetti all’atto pratico: l’unico vero problema concreto che il primo posto nel girone, obiettivo dichiarato di Inzaghi, diventa aritmeticamente irraggiungibile perch l’Eintracht travolge anche il Marsiglia.

Questa batosta, per, d una forte scossa a tutto l’ambiente biancoceleste, gi sotto pressione a causa del pareggio contro il Milan dimezzato, non gradito da Lotito. Chiss come potr digerire il presidente una sconfitta cos umiliante, chiss il caos che attende Inzaghi al ritorno. Di sicuro la Lazio ha mostrato rincalzi quasi impresentabili, nemmeno paragonabili per qualit ai titolari.

In una partita equilibrata — e gi questo strano — il punto di svolta segnato da una meravigliosa rovesciata di Faupala, un po’ in stile Cristiano Ronaldo. Un gol che non scuote la Lazio, che non reagisce nemmeno quando (dopo un’ora) Inzaghi cambia schema e passa alla difesa a quattro. Anzi, nel finale arriva pure il raddoppio, in contropiede. E ora chi lo sente Lotito?

29 novembre 2018 (modifica il 29 novembre 2018 | 23:14)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *