al voto per amministrative –


(ANSA) – ROMA, 24 NOV – Seggi aperti stamani in Taiwan dove i
cittadini sono chiamati a votare non solo per le elezioni
amministrative, ma anche per 10 referendum.
Tra le diverse consultazioni, anche quella per decidere se a
partire dalle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020 e negli altri
eventi internazionali dovranno chiamarsi con il nome attuale,
non riconosciuto però da Pechino, che considera l’isola una
propria provincia ribelle, oppure ‘Taipei cinese’.
“Siamo il solo Paese membro del Comitato olimpico
internazionale che non può usare il proprio inno nazionale e non
può vedere sventolare la propria bandiera. Siamo gli unici. E
questo dimostra quanto la Cina ci soffochi”, lamenta Chio Cheng,
che vinse una medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Messico 1968.
Il referendum di oggi necessità del quorum di almeno un
quarti dei 19 milioni di aventi diritto al voto per essere
approvato. E molti osservatori dubitano che verrà raggiunto.
L’altro referendum di particolare interesse è quello sui
matrimoni dello stesso sesso.


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *