a Napoli arriva il braccialetto elettronico –


Oltre la metà ha figli, bambini o adolescenti, una su tre
è straniera, ma la maggior parte delle vittime di mariti ed
ex abita nel Mezzogiorno. E, prima di denunciare, aspetta. E, dopo
aver chiesto aiuto, capita che faccia un passo indietro, spinta
dalla paura. Ecco, l’identikit delle donne che si sono
rivolte ai centri anti-violenza nel 2017, la prima fotografia
scattata dall’Istat (con il dipartimento per le Pari
opportunità, le Regioni e il Cnr) che mostra il volto
fragile di un paese, dove le tutele sono crescenti, ma ancora
carenti. Non a caso, il generale di brigata Maurizio Stefanizzi,
comandante della legione carabinieri Campania, presenta questa
mattina alcune novità operative, tra cui
l’applicazione del braccialetto elettronico per controllare
gli aggressori. 

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO

Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Sabato 24 Novembre 2018, 08:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *