«A 34 anni sarebbe un sogno vincere il campionato» –


Monterosi (Vt) – Ha preso per mano il Monterosi Fc e coi suoi gol l’ha portato fuori da un momento difficile. Daniele Nohman è senza dubbio l’anima di questo gruppo targato Marco Mariotti e che ha nell’attaccante romano uno dei suoi trascinatori. Il bomber ha messo il timbro nel successo in casa della Vis Artena e si è ripetuto prima di Natale: fondamentale la sua doppietta nel 4-1 all’Ostiamare con un secondo tempo da fantascienza. “Siamo usciti da un periodo non facile almeno per quanto riguarda i risultati – ha dichiarato il bomber – Queste due vittorie ci hanno dato punti e morale. Nel secondo tempo ho visto uno dei migliori Monterosi della stagione, non dimentichiamoci però partite come quelle col Trastevere, Latte Dolce o Cassino. Nonostante qualche risultato non sia arrivato questa squadra ha mostrato sempre un ottimo livello di gioco. Abbiamo staccato la spina qualche giorno passando il Natale in famiglia, siamo pronti e carichi per la ripresa del campionato.”.

Doppietta all’Ostiamare, raggiunta la doppia cifra (10 reti)  in 17 gare giocate, Daniele Nohman è il miglior realizzatore dei biancorossi ma anche un riferimento per tutto il gruppo. Però più che alla gloria personale il numero nove del Monterosi vuole coronare un piccolo sogno: “I due gol li dedico alla mia ragazza ed a tutto il Monterosi Fc. Quest’anno per la prima volta sono il più vecchio della squadra. Sto cercando di dare il massimo, se viene il gol per un attaccante è ancora meglio. Abbiamo 34 punti in classifica, sono contento per la squadra e per me stesso. Speriamo di farne qualcuno in più nel girone di ritorno. Vincere questo campionato sarebbe un sogno, a 34 anni sarebbe una gioia immensa”.
Concorrenza aumentata con gli arrivi di Casimirri e Boldrini che per Nohman permettono al Monterosi di essere competitivo al pari delle altre big di questo girone: “I nuovi compagni si sono subito integrati nel gruppo. Casimirri è bravissimo lo conoscevo avendolo affrontato molte volte da avversario. Boldrini l’ho avuto come compagno alla Lupa Castelli qui ci intendiamo già a memoria. Adesso la squadra è forte, ha un assetto importante e non ci possiamo nascondere. Non ci dimentichiamo di Gabbianelli che in queste ultime due giornate ci ha permesso di fare un grande salto di qualità con le sue giocate”.


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *